PROMOZIONE 30^ GIORNATA: il nostro parere
 

OLTRE LO SPORT...

Una gara quella di oggi al "Pietro Toscano" che, sportivamente, non ha nessuna importanza se non solo per gli amanti della statistica. Alla fine, la corazzata ASD CORIGLIANO CALCIO si conferma nella serie delle vittorie consecutive, continua la festa per la vittoria del campionato, sfrutta questa partita per dare spazio a chi non ne ha avuto durante il torneo, pensa e si allena per la disputa del TORNEO COPPA CALABRIA del prossimo 5 maggio sul campo di Roccella Jonica contro il LOCRI (vincitore del Campionato di Eccellenza) e BOCALE (vincitore del campionato di Promozione Girone B).

Mister ANGELO ANDREOLI tiene in panchina giocatori che in altre formazioni, anche nelle dirette inseguitrici, avrebbero potuto cambiare il volto allo stesso epilogo finale. Fa sensazione vedere MARTINEZ, TRICARICO, FODERARO, CONCIALDI e PIEMONTESE seduti comodamente in panchina. Cio' non significa che chi e' sceso in campo negli undici iniziali li abbia fatto rimpiangere: cambiano i suonatori ma la musica resta la stessa.

Anche mister CARMINE MINGRONE regala spazio e soddisfazione a chi ha giocato meno. In campo ben 7 under, senza la pressione del "risultato a tutti i costi", sicuramenti giovani di cui sentiremo parlare, artefici insieme ai piu navigati, dell'impresa per la salvezza diretta.

Nessun timore reverziale, con la voglia di confronarsi con i "primi della classe", gli azzurri cassanesi tengono bene il campo, rintuzzando gli attacchi ospiti con qualche iniziativa in opposizione al "predominio logico" ospite. Situazione in parita' sino al 27' p.t. quando dal limite dell'area sul lato destro, GIUSEPPE LETA realizza una di quelle reti che resta nella memoria di chi era presente: perfetta traiettoria che lascia immobile il portiere DI MARCO e che finisce millimetricamente nell'angolo altro destro, strappando applauso da parte di TUTTI gli sportivi presenti.
Passano solo 7 minuti e il CORIGLIANO raddoppia su rigore causato ingenuamente da METJA e realizzato da CATAPANO.
Prima del riposo, su lungo lancio dalla difesa, MASSIMILIANO LOMBARDI ha l'occasione di poter accorciare, trovandosi solo di fronte a MARINO: tiro a colpo sicuro ma si supera il portiere avversario.

Nella seconda parte stessa situazione del primo tempo: belle giocate degli ospiti che non realizzano per ottimi interventi di DI MARCO. Intento girandola di cambi, per entrambe le formazioni, e tocca a MARINO sventare altra occasione capitata a DI LEO.
Alla fine spazio anche per il giovanissimo portiere DANILO PIETRAFITTA (classe 2001), che ha avuto il tempo di farsi apprezzare negando la gioia del goal, con un grande intervendo da terra, a un certo CONCIALDI.

Ma festa doveva essere e festa e' stata: l'iniziativa proposta ha accumunato tutti per gridare forte il NO contro ogni tipo di conflitti, contro ogni forma di violenza, soprattutto quando le vittime sono dei bambini.
L'iniziativa, sposata e condivisa da piu' Enti e Associazioni: un particolare ringraziamento va aMons. Francesco SAVINO, Vescovo della Diocesi, a Domenico MARTINO, Governatore della Confraternita della Misericordia, ai Commisari Prfettizi del Comune, al CIDIS ONLUS, al PERUGIA CALCIO, a MARIO VARCA della VARCA GROUP e all'ASD CORIGLIANO CALCIO. L'iniziativa non ha certo risolto il problema. Ha proposto unicamente un momento di riflessione attraverso la lettura di un breve testo, con la partecipazione di amici migranti, veri testimoni della brutalita' che un conflitto genera.

E chi era sulla tribuna (sportivi locali ed ospiti INSIEME per l'unicita' di concepire lo sport) alla fine ha tributato il giusto applauso a tutti: il tabellino riporta 0-2, per la storia, per la classifica... ma NON HA PERSO NESSUNO, NON HA VINTO NESSUNO... si, perche' era la meritata festa per tutti, l'atteso momento per dire E' FINITA.  

 
   
   
 

Copyright ©2017 sangiovannifranco@gmail.com